Accessori particolari per PC | Regali Originali per Nerds

Il mondo dell’informatica esiste ormai da moltissimi anni: ha potuto compiere diverse evoluzioni ed è difficile dire quando finalmente si fermerà. Durante questi decenni abbiamo visto processori sempre più potenti, schede video mozzafiato, e bollette elettriche da capogiro. Tuttavia, non bisogna mai dimenticare che insieme a queste evoluzioni, sono usciti anche tanti accessori che sono stati più o meno utili…se non dimentichiamo quelli però più strani.

Alcuni accessori sono infatti molto noti per essere così particolari, da risultare appetibili solo a certe particolari categorie. Magari possono costare una cifra enorme, magari possono avere qualche funzione che non capiremo mai in fondo: questi sono tutti gli accessori più strambi per PC, che possiamo facilmente trovare sul mercato al giorno d’oggi.

Aerosoft Raildriver

Cominciamo con qualcosa che, al limite, può avere qualche utilità estesa un po’ a tutto nonostante i suoi costi. Il Raildriver è un controller che include 28 tipi di tasti e quattro tipi di leve. Esatto, delle leve: questo perché si tratta d’un prodotto dedicato ai giochi dove bisogna comandare un treno.

E’ disponibile anche un piccolo pad direzionale ed un display a LED semplici rossi. Con alcune modifiche può essere utilizzato anche come un dispositivo per mandare comandi al nostro computer, senza alcun bisogno di avere per forza un gioco connesso. E’ piuttosto (anzi è molto) inusuale, ed il suo prezzo gira intorno alle 310 euro, ma vista la sua grossa quantità di pulsanti unici può anche essere una plancia di comando piuttosto originale.

Con i giusti programmi possiamo ad esempio assegnare un tasto per avviare Word, o Chrome, e le leve magari possiamo assegnarle per spegnere o riavviare il nostro PC. Si tratta in fondo d’un controller con input molto precisi, perciò si può sempre inventare qualcosa.

Date un’occhiata su Amazon

Apricorn Aegis

Se la sicurezza è la vostra prima preoccupazione, l’Apricorn Aegis prende in completa serietà tutte le vostre esigenze. Per 460 euro infatti, è possibile acquistare una pendrive da 480Gb (la misura strana in un certo senso giustificata dal tipo di memoria che utilizza) con una particolarità molto precisa: tutti i contenuti sono criptati tramite un software interno alla penna. In poche parole, non c’è bisogno di usare un software autonomo nel PC per aprire il contenuto della penna.

E’ tutto effettuato all’interno, e l’unico modo per sbloccare i dati all’interno della penna è tramite un codice (numerico che compone diverse parole) che funge da password. I dati vengono criptati all’interno con una chiave da 256Bit di livello 3. Molto sicuro, compatibile comunque nel caso con altri software di criptazione, l’Aegis è una costosissima penna che va comunque maneggiata con cura. I tasti sono sensibili, ad esempio, e possono rompersi!

Per fortuna è fornito un piccolo astuccio nel quale è possibile inserire la penna, garantendo così una protezione più elevata nel tempo (e contro acqua e polvere, che possono danneggiare non poco la pendrive).

Date un’occhiata su Amazon

Logitech Saitek Pro

Abbiamo parlato di treni: adesso parliamo di aerei. Il Logitech Saitek Pro è un pilota automatico per qualsiasi aereo…a patto che si tratti naturalmente d’un videogioco! Di nuovo, un accessorio molto speciale per appassionati che pretendono la massima immersione da qualsiasi esperienza hanno in mente d’affrontar.

Il Saitek Pro comunica direttamente con il gioco, permettendo di regolare attraverso il suo piccolo pannellino al LED vari dettagli che riguardano le flaps, se il motore deve mantenere i suoi giri…insomma, tutte cose che possiamo fare anche nel gioco, eccetto che possiamo toccare il tutto fisicamente. C’è poco da dire su questo controller: non si può proprio personalizzare per il nostro PC (a parte alcune precise eccezioni) e il suo prezzo di 171 euro può suonare anche un pochino eccessivo. Ma come si può in tal caso negare una passione come quella degli aerei?

Date un’occhiata su Amazon

Eximtrade Mini Trackball

Se sentite che il vostro mouse è scomodo, perché non portare l’intera esperienza al massimo? D’altro canto, non riteniamo l’Eximtrade un mouse veramente scomodo: ma si tratta d’un prodotto Wireless che utilizza una trackball per funzionare principalmente per il suo cursore, con più tasti posti sul dorso ed un grilletto nel quale poi possiamo afferrare il tutto con la mano.

Costando 49 euro, questo dispositivo sembra ideale solo per alcune particolarità d’ufficio (come per una presentazione) ma bisogna anche dire che la presenza dei tasti presenti sul prodotto è piuttosto eccessiva, prona a farsi premere per sbaglio, e insomma in generale piuttosto difficile da maneggiare. Ma se intendete trovare un modo piuttosto inusuale per muovere il vostro cursore…questo mouse farà decisamente per voi.

Date un’occhiata su Amazon

Razer Tartarus

Avolte non tutti hanno bisogno d’una tastiera intera. Che ne dite di procurarvi una tastiera che è attualmente meno della metà di quella che avete al momento? Il Tartarus è una piccola tastiera da 32 tasti completamente programmabili, ideali per far scattare le funzioni che vogliamo dal nostro PC o dal gioco scelto da noi.

E’ anche incluso una piccola stick ed una rotellina con il quale sostituire in parte il mouse, un accessorio che ci sembrerà mille volte più comodo una volta mezzo in azione quello del Tartarus. Ma del resto, può essere usato come veloce sostituto un po’ per tutti i comandi. Lo scopo di questo dispositivo quello è: fornire una funzione nell’immediato, non nel lungo andare. E con il prezzo di 95 euro, forse si può anche accettare il fatto che ha un illuminazione RGB e diversi profili d’uso.

Date un’occhiata su Amazon

Il perfetto accessorio inusuale, quale sarà mai? Nei tanti anni abbiamo visto guanti dedicati al VR, ma anche piccole fasce che possiamo legare alla nostra testa per imitare un controllo effettuato in qualsiasi gioco tramite la nostra “mente”.

Ma non mancano mai quei controller che possono essere divisi in due, quelle tastiere con altissimi bordi e specchietti retrovisori (esistono davvero) e soprattutto, non mancherà mai la voglia di sperimentare con tutto quello che ci offre il mondo dell’informatica. In poche parole, se ha una porta USB, perché non tentare d’inventare questo prodotto che risulterà inutile ai più….ma prezioso per quelle poche persone?

Rispondi