Chiavi seriali di Windows 10 a poco valgono la pena? Sono sicure queste key windows?

Tutto è partito da qualche anno fa: la Microsoft ha preso la decisione di farci passare da Windows 7 ed 8 alla sua nuovissima versione dell’ultimo sistema operativo: Windows 10. Per molti utenti questa è stata considerata una forzatura.

Ma con il passare del tempo, il nuovo Windows ha iniziato a piacere ed evolvere in tanti aspetti e pacchi d’aggiornamento enormi. Man mano che sono passati gli anni però, le offerte di passare dai vecchi sistemi 7/8 in maniera gratuita hanno cominciato a terminare. Altri sistemi per ottenere Windows 10 hanno preso a sparire, come la Microsoft ha iniziato ad apparire soddisfatta dalle varie installazioni da parte degli utenti.

Rimane quindi una scelta: acquistare un PC con un sistema Windows 10 installato, oppure comprare una licenza singola (sempre se non vogliamo tentare qualche trucchetto particolare, ma non divaghiamo troppo).

Per la prima scelta, non sempre ne sentiamo il bisogno: il nostro computer è ancora ben impostato. Ma per la seconda, il prezzo si fa sentire: solitamente ogni licenza Home parte da almeno 70 euro, mentre la Professional arriva sulle 130 euro.

Nel mentre cercate sulla rete, notate però una serie d’inserzioni particolari. Queste sono addirittura poste più in cima rispetto alle inserzioni della Microsoft stessa, con un prezzo incredibilmente ridotto. Questo può essere infatti di 8 o 10 euro, a seconda della versione e del venditore. Cosa sta succedendo? Sono chiavi piratate? Molti utenti attestano che sono chiavi genuine e il sistema operativo non si lamenta nell’uso di questi seriali.

C’è attualmente una ragione del perché queste chiavi sono così economiche e la Microsoft – in molti casi – lascia correre le vendite. Guardiamo insieme le ragioni per il quale queste chiavi hanno prezzi così ridotti e per quale motivo può essere una cattiva idea farne uso:

Queste chiavi non provengono mai da fondi attendibili o legittime…ma non nel senso esatto della parola.Vediamo di specificare il perché c’è questo strano punto grigio delle chiavi economiche che possiamo trovare ovunque: se non sono affidabili o non possono di regola essere vendute, come mai queste vengono lasciate in vendita?

Questo perché le chiavi in realtà sono genuine. Esistono dei canali specifici della Microsoft dove è possibile acquistare una grande quantità di chiavi digitali – e spesso queste sono specificate solo per qualche scopo preciso. Ad esempio, una grossa quantità di chiavi dedicate solo per un azienda. In altri casi sono seriali affidati invece per scopi scolastici, di cui la quantità che avanza viene rivenduta. Vi sono un sacco d’occasioni nel quale la Microsoft può offrire tantissime licenze di Windows ad un prezzo ridotto solo ad uno specifico ramo commerciale o istituzionale, ma a tutto c’è una piccola clausola.

Queste chiavi infatti non possono essere rivendute. Sono al singolo scopo dell’azienda, della scuola, o dell’istituzione che ha preso i seriali. Ma verificarne l’origine può essere piuttosto complicato, così il sistema vien lasciato correre. Eventualmente, se una chiave viene rilevata come troppo “fuori posto” questa viene bloccata. Ed è ciò che si rischia di correre ogni volta che compriamo chiavi del genere.

Poi esistono anche le chiavi OEM. Questi seriali sono affidati invece ai produttori di PC o simili, perciò portatili o fissi, il quale offrono una chiave di Windows 10 da attivare a parte. Parte del discorso s’applica anche qui, con una composizione drasticamente differente si rischia di ritrovarsi con una licenza bloccata.
Altre chiavi invece vengono proprio da fonti illegali. Sono rubate o sono mirate per rubare.

Se invece ci allontaniamo da luoghi più popolari, possiamo trovare delle chiavi che vengono offerte in siti fatti apposta per questo. Bisogna fare molta attenzione all’acquisto di queste licenze: spesso si tratta di chiavi rubate da altri PC o generate attraverso un Loader/Crack. Sono chiavi che hanno un altissima probabilità di essere già bloccate, non arriverete nemmeno a fare in tempo ad attivarle.

Ma non finisce qui: a volte queste chiavi sono acquistate attraverso carte di credito rubate. La stessa cosa può accadere anche a voi, visto che molti siti nascondono trappole simili. Non acquistate mai licenze di Windows 10 in un sito che avete trovato a caso – specialmente se questo chiede le informazioni della vostra carta di credito. Sono fatti apposta per darvi una chiave già bloccata ed usare la vostra carta di credito per acquistare altre licenze da rivendere a poco prezzo in altri luoghi. Cercate di non cadere mai in questa trappola.

Infine, ricordatevi che non esistono versioni speciali di Windows 10 che potete acquistare ed attivare (ad esempio: non esiste una versione di Windows 10 Ultimate, c’è Home e Pro per quel che riguarda i PC fissi. Qualche eccezione si può fare sui sistemi ARM o ultra-ridotti come la versione S. Questo è tutto).

Cercate sempre delle valide alternative, se proprio non volete pagare il prezzo d’una singola, vera licenza di Windows 10. La Microsoft utilizza ancora il sistema di conversione delle licenze Windows 7/8, e non è mai obbligata a bloccare il vostro PC nel caso la licenza non viene mai attivata.

Questo significa anche che – sì – potete acquistare una licenza “semi-legale” come quelle riportate all’inizio, nel caso la chiave verrà bloccata potete continuare ad usare Windows 10. Ma ne vale comunque la pena comprare ripetutamente varie chiavi finché non ne troverete una che dura abbastanza per voi?

Rispondi