Dead Snow

dead-snow-posterRegia: 

Tommy Wirkola

Attori:

Charlotte Frogner, Ørjan Gamst, Stig Frode Henriksen, Vegar Hoel, Jeppe Laursen

Genere:

Horror/Comedy

Produzione:

Norvegia

Anno:

2009

[divider]

Trama – Norvegia, un gruppo di amici parte per una vacanza in montagna, giungendo in una romantica Baita dispersa tra la neve. I giovani ragazzi hanno però scelto il luogo sbagliato, infatti alla fine della seconda guerra mondiale, un gruppo di spietati soldati nazisti è morto tra quei monti, trasformandosi in sanguinari Zombie. Ben presto i poveri ragazzi si renderanno conto di ciò che li aspetta.

[divider]

[divider]

Commento – Peccato! Film dalle grosse potenzialità, che non centra però appieno l’obiettivo. Tommy Wirkola (Hansel & Gretel – Cacciatori di Streghe) tenta la carta degli Zombie nazisti, ambientando la storia tra le suggestive montagne innevate norvegesi, il contrasto è buono, l’idea pure, ma pecca in quello su cui ci si aspettava di più, cioè l’ironia. Siamo lontani anni luce da film come L’alba dei morti dementi e Benvenuti a Zombieland, manca quella brillantezza e quel tocco di genio che ha caratterizzato i film di Wrigt e Fleischer. 

Dead Snow parte come il più classico dei film horror, con il solito gruppetto di giovincelli arrapati che non vede l’ora di passare qualche giorno a bere, fumare e scopare. Il cliché ci starebbe anche bene, se fosse stato trattato con intelligenza e ironia, invece annoia un po, facendo pensare alla solita solfa. Il personaggio dell’uomo misterioso che avverte dell’incombente pericolo non funziona molto nel suo intento parodistico (se era quello l’intento).

I momenti migliori arrivano a sprazzi, con alcune situazioni ben riuscite (vedi scena in cui Vegard lotta con un Nazi-Zombie appeso all’intestino srotolato di un’altro Zombie), che riescono a strappare un sorriso e a farti rodere per il ritardo. Verso la fine migliora, ma non basta. Lo splatter c’è, immancabile in una pellicola di questo tipo, esagerato e divertente come vuole la ricetta. Partita persa, se si fa il confronto con i film già citati sopra, ma comunque consigliato, per una visione leggera con gli amici, se siete appassionati del genere poi, ancora meglio.

Rispondi