DAZN: cos’è, come funziona, quanto costa

La grande novità dei palinsesti sportivi 2018/2019 ha un nome: DAZN. Certo, non è un avvento straordinariamente apprezzato dagli italiani – che, anzi, non hanno mancato di criticare alcune pecche tecniche e qualitative nelle prime trasmissioni dell’operatore – ma è comunque qualcosa con la quale non possiamo che fare i conti se non vogliamo perdere nemmeno uno dei match trasmessi in esclusiva dall’azienda.

Come funziona DAZN

DAZN è un servizio erogato solamente in streaming, via Internet. Dunque, i suoi contenuti non sono trasmessi sul digitale o via satellite, bensì solo ed esclusivamente mediante una connessione di rete. Ne deriva altresì che se non volete godere di una trasmissione di bassa qualità, dovrete riservarvi una buona connettività a banda larga.

Detto ciò, l’applicazione che vi consentirà di guardare le partite su DAZN può essere installata un po’ ovunque: su smartphone, su tablet, su smart TV, sui PC, sulle console da gioco di nuova generazione, e così via.

Come guardare le partite su DAZN

Per poter vedere le partite su DAZN è innanzitutto necessario abbonarsi all’operatore mediante il sito internet ufficiale (dazn.com) e pagare un ticket mensile (vedi sotto). Si può disdire in qualsiasi momento l’abbonamento sempre tramite sito ufficiale, non essendoci – di fatto – alcun vincolo temporale.

Il canone può essere pagato con carte di credito, carte prepagate, PayPal, applicazione Amazon o Apple iTunes.

Quanto costa DAZN

Arriviamo dunque al punto dolente. Quanto costa DAZN?

Attualmente DAZN costa 9,99 euro al mese, con un primo mese di prova gratuita. Ci sono però alcuni sconti riservati soprattutto agli abbonati Sky, che potranno acquistare un ticket mensile DAZN a 7,99 euro, ammesso che si sia abbonati alla tv di Murdoch da più di un anno.

C’è poi un’altra promozione. Tutti gli utenti Sky possono infatti aderire a ticket di 3 o 9 mesi al prezzo di 21,99 euro e 59,99 euro: in questo caso sparisce la distinzione tra utenti abbonati da più o meno di un anno.

Di contro, gli abbonati a Premium hanno già l’accesso a DAZN compreso nel proprio abbonamento e, dunque, potranno guardare senza altri costi le partite trasmesse dall’operatore. Tenete però conto che da quest’anno Premium non ha più diritti sul calcio, e che quindi le partite su DAZN saranno le uniche trasmesse.

 

Rispondi