Vulnerabilità nei portatili HP come proteggersi

Da qualche tempo sembra che ogni sistema tiri fuori qualche vulnerabilità particolarmente grave. Adesso è il turno dei portatili HP, il quale hanno messo allo scoperto un programma chiamato “HP Touchpoint Manager”, il quale ha messo in pericolo la Privacy e la sicurezza di tutti gli utenti che possiedono un PC munito di questo servizio.

Cosa fa esattamente il programma “HP Touchpoint Manager”?

Anche se sembra un programma addetto a funzionare con il nostro Mouse (o Touchscreen) in realtà questo manager ha tutto un altro scopo. Si tratta infatti d’una funzione di controllo, che ha come opzioni anche la scelta di poter cancellare tutto l’hard disk o impostare una serie di protezioni personalizzate. In generale, queste funzioni sono utili a tutti i tecnici HP che vogliono offrire un supporto remoto oppure ai vari Manager d’ufficio che devono imporre un controllo avanzato ai PC degli utenti…ma non tanto a noi, singolarmente, visto il rischio che questo programma comporta.

Una cosa che fa questo programma è anche raccogliere dati sulla nostra composizione Hardware ed il suo stato di salute, cosa che poi viene mandata ai server HP. Questa funzione è chiaramente – e di nuovo – d’indubbia utilità per i tecnici, ma non è utile per la nostra Privacy e sicurezza. Nulla esclude che il programma raccolga anche qualcosina di più.

Quindi in generale, rimuovere Touchpoint Manager comporta una buona sequenza di vantaggi. Questi sono naturalmente un aumento delle prestazioni (seppur sensibile) della nostra navigazione e di tutte le altre operazioni generali, senza togliere un aumentata sicurezza.

Vediamo perciò come rimuovere il programma e aumentare la nostra protezione.

Possiamo rimuovere Touchpoint in tanti modi. Non si tratta d’un programma nascosto, perciò possiamo trovarlo tranquillamente fra i programmi installati. Possiamo perciò usare CCleaner (o un programma di terze parti con uno scopo simile) o la pulizia disco del nostro Windows.

Se non abbiamo alcun programma dedicato per la disinstallazione e la pulizia del nostro HDD, dobbiamo andare in Programmi e Funzionalità. Possiamo trovare questa parte del nostro sistema nel pannello di controllo, attraverso Pulizia Disco oppure usando Esegui.

Se volete aprirlo attraverso Esegui, che è la via più veloce, basta premere la combinazione WIN+R (o cliccare con il tasto destro su Start) e digitare “appwiz.cpl” nell’indirizzo.

Una volta aperto Programmi e funzionalità, cercate “HP Touchpoint” e disinstallatelo. A quel punto il programma sarà rimosso e tutte le vulnerabilità che le comporta saranno completamente eliminate.

Proiezione retinica e Intel Vaunt

E’ possibile rimuovere al vulnerabilità senza eliminare attualmente il programma?

Visto che Touchpoint può essere utile ai tecnici HP per analizzare un problema nel nostro PC, eliminare completamente il programma può comportare solamente un ritardo nell’analisi e la riparazione del nostro computer – perciò non è nulla di grave.

Ma se vogliamo comunque tenere attivo Touchpoint, ma senza eliminarlo, ecco come si fa:

Per prima cosa, dovete raggiungere la sezione “Servizi” di Windows. Potete sempre fare ciò attraverso il Pannello di controllo, digitando “Servizi” in Start, oppure attraverso Esegui. Con Esegui, una volta aperto (Usando Win+R o cliccando con il tasto destro su Start) e digitando “services.msc”.

Vi verrà presentata una lista di servizi attivi nel vostro sistema.

Fate assolutamente attenzione ai servizi con il quale andate ad interagire: molti di questi sono delicati e necessari per il sistema operativo. Cercate l’unico servizio che s’accosta col nome “HP Touchpoint Analytics”. Cliccate con il tasto destro e andate su Proprietà.

Passate il tipo di avvio su “Disabilitato” ed interrompete l’attività del servizio.

Ricordate che potete sempre aumentare la sicurezza generale del vostro PC in questi modi:

  • Tenendo aggiornato sistema e drivers (ma in questo caso, controllate sempre che il servizio HP Touchpoint non torni in attività dopo un aggiornamento).
  • Usando un buon Antivirus (lasciando perdere quelli vecchi o non più veloci come un tempo).
  • Accostando un buon programma di protezione all’antivirus (Malwarebytes Antimalware, immunizzazione di Spybot S&D).
 

Rispondi